Feed RSS

Archivi tag: Udrien

YURIKA

Inserito il

Yurika descrisse un segno nell’aria con le sue unghie smaltate. Era un incantesimo nuovo…
Io la guardavo, incapace di muovere un dito, consapevole di essere sul punto di patire le sofferenze più orribili.
«Lo sai amore che alla fine mi dirai ciò che voglio sapere…» sussurrò lei. Io riuscii a risponderle semplicemente che era bellissima.
Mi regalò un sorriso, prima di scaraventarmi addosso gli incubi.
Fu la sua crudeltà a tradirla. Provò su di me gli incantesimi proibiti, quelli che estirpano l’anima e deturpano la mente. L’ultimo le fu fatale.
Crollò con l’orrore negl’occhi davanti al palo a cui ero legato.

http://101parole.blogspot.com/

Annunci

IL GUERRIERO DORMIENTE

Inserito il

IL GUERRIERO DORMIENTE

dalle “Memorie di Udrien, il forgiatore di leggende”

Di notte, appena chiudo gli occhi, odo le urla della mia prima battaglia. In bocca mi torna il sapore della sabbia insanguinata, la pelle vibra al ricordo delle energie sprigionate dagli stregoni di entrambi gli schieramenti, e un’ombra si adagia sul mio cuore… continua…

LE SETTE REGINE

Inserito il

le-sette-regine

«Guerriero, perché ti interessano le terre del sud?»
«Non ho alcun interesse per quelle terre. Ho solo bisogno di rimanermene lontano dall’impero per un po’…»
E così il capitano del Migrante, una nave mercantile che trasportava metalli e altre materie prime, invitò a bordo lo straniero e la sua spada. Si chiamava Udrien, e il suo nome precedeva già la leggenda. Un guerriero rispettato, un guerriero temuto, e forse, per qualcuno, un guerriero scomodo. Ma le dodici corone d’oro pagate in anticipo avrebbero convinto qualsiasi marinaio… continua…

EVOCAZIONI PERVERSE

Inserito il

evocazioni-perverse

Gridia era una di quelle città tagliate fuori dalle grandi strade mercantili dell’Impero, sorta secoli fa in un territorio aspro, appollaiata alle rocce come un falco di montagna. Era il luogo ideale per portare avanti subdoli giochi di potere, lontano dagli occhi indiscreti della Guardia Reale… continua…

LAMIA

Inserito il

lamia

Avevo 23 anni quando lessi per la prima volta Robert E. Howard. Mi divorai in un mesetto o poco più tutte le avventure di Conan e le altre saghe fantastiche. Mi è sempre piaciuto il suo modo di raccontare, e poi le storie nella loro semplicità mi regalavano sempre tante emozioni. Indubbiamente il padre della Fantasy più epica ha condizionato molto i miei scritti.

Udrien ricorda proprio Conan, e questa piccola storia è un personale omaggio al racconto Akivasha, in cui il famoso Cimmero si trova faccia a faccia con una vampira. In qualche modo ha anche a che fare con una canzone dei Genesis che amo molto: The Lamia. L’approccio, a differenza del buon Howard, è decisamente più moderno e con una chiave di lettura erotica.

LEGGI IL RACCONTO “LAMIA”