Feed RSS

Archivi tag: Miriam Carnimeo

TAUTOGRAMMI PARTE 1

Inserito il

Qualche giorno fa Dario ha lanciato sulla community di Rivoluzione Creativa una simpatica sfida di composizione. Si chiamano “Tautogrammi” ovvero testi in cui tutte le parole iniziano con la stessa lettera; le soluzioni lessicali obbligate dal forte vincolo risultano spesso creative ed esilaranti. E difatti i risultati non si sono fatti mancare, perchè le menti di R.C. sono dei frullini inarrestabili.

Eccone qui la prima selezione. Buona lettura e buon divertimento!

MALEDIZIONE MORTALE
di Dario de Giacomo

Maledetti mascalzoni!
Mentre mi malmenavano malamente,
menavo malrovesci minacciosi.

Ma morii miseramente,
molto malato,
manifestando malesseri meschini.

Mi meritavo male?
Mistero!
Muoio meditando:
manderò molti mali.

Malnati maledetti,
moriranno
mentre mangeranno,
masticando malattia:
morso mortale.

Merda!
Leggi il resto di questa voce

SC O P P I A M I D E N T R O

Inserito il

Nel buio nebbioso che si alza tra queste pietre antiche distinguo la sua forma di donna: rannicchiata all’angolo del letto dorme e sorride. La guardo. Un lampo sibila nel volo dei corvi e la sveglia. Mi sorride ancora. Il suo sapore affiora ovunque, deglutisco forte annusando la sua intimità a fior di pelle. E’ notte alta… continua…

LA POTENZA DEL RESPIRO

Inserito il

Giorno per giorno.
Lo apro come si scarta il regalo di una lettera d’amore, di quelle che si scrivono a fatica, sotto candele gocciolanti che non consentono errori né stanchezze assopite… continua…

F I N E S T R E I N S O N N I

Inserito il

Una donna guarda fuori dalla finestra, un uomo le cinge le spalle e le bacia il collo, lei continua a guardare fuori quasi impassibile, sembra che in quel buco di vetro trovi riposo, un passaggio segreto da un dentro apparentemente ordinato ad un fuori caotico ma interessante… continua…

CERCHI DI FUMO

Inserito il

L’ennesima partenza nel viaggio di una vita..
Ancora abbracciata alla notte, guardo i primi occhi di luce venir fuori dal morbido grigiore.
I sassi della strada sono ancora illuminati dalle stelle basse ed i neon riflessi sui piccoli tavolini, lasciano spiare scarpe rosse di donne dietro muretti e finestre crepitanti di fuochi e coperte avvolgenti… continua…

SIMILE SONO IO, CHE PARLO DA SOLA

Inserito il

Tra le lamiere di questa luminosa città, i topi se la ridono nascosti sotto le macchine. All’angolo di una strada, una banda di volti segnati dal freddo fa partire una bella canzonetta, una marcia gioiosa, sui suoni di trombe e tromboni, fa ricordare a chi siede con le spalle ricurve su solitarie panchine, le belle serate del dopo guerra trascorse ubriache a ballare sui tavoli, le piccole lucine e le penombre di teste che oscillano, le voci delle donne tra cristalli e brindisi… continua…

NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE

Inserito il

Ho solo dei fogli per raccontare.
“Quando arriva il sole, guardando il mare, si ricordano grandi storie e la mente smette di essere prigioniera di uomini e di donne, di case o città, ed ecco che il tempo altro non sembra che… un miracolo di carta.”
E la carta brucia, che contenga delle verità indissolubili o la storia di un orrore piagnucolante, la carta brucia… continua…

STORIA D’AMORE E DI FIORI

Inserito il

Storie d'amore e di fiori

Ne conosco a miliardi, sono il mio cielo.
Insegnano la verità cruda di una cruda filosofia esistenziale.
Guardi in alto per non morire nel cemento.
La prima storia d’amore è con mio padre.
Vendeva frutta e verdura di giorno, e di notte come una lucciola si allontanava per pescare… continua…

A CUORE APERTO

Inserito il

A cuore aperto

L’apertura palpita.
Una grossa ferita come occhio si lascia notare,

Da quanto tempo è li?

Ripulita dalle pause da me stessa, e nei brevi momenti di luce… continua…