Feed RSS

Archivi tag: Bambini

5 BUONE RAGIONI PER INSEGNARE AI VOSTRI FIGLI A GIOCARE DI RUOLO

Inserito il

Questo intervento, apparso su alcuni blog americani, è un esplicito invito a conoscere il gioco di ruolo rivolto ai genitori. L’ho trovato, nella sua semplicità, estremamente vero. Io l’ho riportato alla mia maniera, traducendolo e riarrangiandolo per Storie di Ruolo.  

Incoraggiate i vostri figli ad usare l’immaginazione… comprateli un gioco di ruolo!

C’è qualcosa in questi giochi che non potrà mai essere trasmessa attraverso un film o un gioco per computer, per quanto buona possa essere la tua scheda grafica. Si può acquistare una copia di Dungeons & Dragons per molto meno di un gioco nuovo per PC, ma esistono decine di buoni giochi a prezzi ancora più bassi, o altrimenti se ne possono scaricare a centinaia di quelli gratuiti pubblicati in retecontinua a leggere…

CREATURE INCAPACI DI DIRE “NO”

Inserito il

Sono esterrefatto. Davvero, non riesco a credere ai miei occhi. Eppure questi miei occhi hanno visto cose che voi umani… non pensate male, questa frase l’ho coniata molto prima del film di Ridley Scott. Non dimenticatevi che sono svariati secoli che sono a giro, io…

Comunque, vi stavo dicendo che non riesco a credere che, nonostante tutto quello che è stato detto, mostrato, fatto, voi umani continuiate a spingere a tavoletta sull’acceleratore. Lo sapete vero dove vi condurrà questa corsa sfrenata, no? Malgrado ciò, fate finta di nulla e andate avanti… Sfornate neonati come conigli, rosicchiando briciole del loro futuro. Come lo immaginate questo vostro mondo tra venti anni, o tra quaranta?
Che importa, si vive adesso, e poi le cose cambieranno, certo… si sistemeranno da sole… continua a leggere

MIRABIGLIA: Un gioco di ruolo per bambini dal settimo anno di etá

Inserito il

Questa estate ho provato a redigere le regole per un sistema di gdr per bambini. Cercando di contenere al massimo le dinamiche tecniche del gioco, ha gettato le basi per coinvolgere, grazie anche all’esperienza di un master navigato, un gruppo di giovani reclute da classe elementare. Il risultato è questo manualetto di una ventina di pagine, non del tutto completo, che contiene però tutte le indicazioni necessarie per incominciare a giocare il gdr… continua…

RACCONTAMI UNA STORIA

Inserito il


“Papà, raccontami una storia…”
L’uomo guardò il figlio e sorrise. Poi incominciò: “C’era una volta…”
“Che cosa?” domandò una vocina nella testa.
“No, non è vero…” sussurrò l’uomo. Poi tornò a guardare il figlio.
“C’era una volta…”
“Chi? Rispondimi. Risponditi! Chi c’era?”
“Lasciami in pace!” urlò l’uomo alla vocina.
Scosse la testa, riprese fiato e continuò: “C’era una volta…”
“…tuo figlio!”
L’uomo si disconnesse e sprofondò nel pianto, ma il programma che faceva rivivere i ricordi continuò a girare nel deck. Poteva ancora sentire la voce del piccolo Matteo dalle casse dell’apparecchio.
“Papà, raccontami una storia…”
Ma Matteo non c’era più.

http://101parole.blogspot.com/

Ocean dream in the eyes of a child

Inserito il

Che meraviglia questo show subacqueo agli occhi di un bambino…
… e che crudeltá per un animale cosí bello dover nuotare in una pozza d’acqua!

Photo information

Loading…
Sep 27, 2009
2360×3608 pixels – 2583KB
Filename: 02.jpg
Camera: SONY
Model: DSLR-A100
ISO: 1600
Exposure: 1/400 sec
Aperture: 5.6
Focal Length: 18mm
Flash Used: No
Latitude: n/a
Longitude: n/a

CLIKKA SULL’IMMAGINE PER VISIONARE IL REPORTAGE

FONTE: RIVOLUZIONE CREATIVA

IL VENTO

Inserito il

Sulle colline sopra la città, agli inizi di un tiepido ottobre, un uomo e un bambino camminavano tenendosi per mano. D’un tratto il bimbo si fermò.
«Ascolta…»
«Che c’è, piccolo?»
«Lo senti?»
«Che cosa?»
«Il vento. Riesci a sentirlo?»
L’uomo ascoltò, o forse, per fare contento il bimbo, fece solo finta di ascoltare.
«Io non sento niente…»
«Come non senti niente?»
«Ma cosa dovrei mai sentire?»
«Il vento.»
«Ah, il vento. Certo, quello lo sento anch’io.»
Il bambino volse lo sguardo all’adulto, incrociò le braccia e corrugò la fronte.
«Lo senti davvero?» domandò ancora.
Ma l’uomo non seppe più cosa rispondere.

ELIA IN CERCA DI AMICI NELLO SPAZIO

Inserito il

elia copertina finale01p

Ho deciso di scrivere un libro per bambini all’anno. Nel 2007 terminai Il Libro di Floria, che incominciai nel 2005 ma interruppi a metà. Il libro poi lo pubblicai all’inizio del 2008, e un paio di mesi dopo scrissi il mio secondo libro per bambini, I Musikanti di Amberyn, leggermente più pretenzioso, quasi un piccolo romanzo.

Con questo viaggio spaziale sono voluto tornare alla brevità del primo libro, cercando di alternare immagini e situazioni molto semplici a piccole riflessioni di saggezza popolare. L’ispirazione è scontatamente quella del Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, un libro molto importante, sia per me che per molte persone che mi sono state vicine.

Elia é un piccolo astronauta che, a bordo della sua buffa navetta a forma di ghianda, visita tutti i pianeti del sistema solare, e su ogni mondo avrà modo di farsi nuovi amici.

La copertina del libro è stata fatta del mio preziosissimo collaboratore Charles Huxley, che nonostante gli impegni di lavoro riesce ancora a ritagliare un pezzettino di vita per portare avanti le attività creative di Willoworld.

Il libro è possibile scaricarlo gratuitamente in formato PDF, e come tutto il materiale delle Edizioni Willoworld, riproponibile ovunque, basta che non lo si faccia a scopo di lucro. Questo è in sintesi il manifesto del Creative Commons.

È possibile anche acquistare una copia cartacea del libro attraverso i servizi di autopubblicazione Lulu e Blurb.

SCARICA GRATUITAMENTE IL FORMATO PDF

ACQUISTA SU BLURB: 4,50 euro

ACQUISTA SU LULU: 8,13 euro

PAGINA UFFICIALE DEL LIBRO