Feed RSS

Archivi categoria: MUSICA

ROCK CITY – Secondo Episodio: Il Fantasma di Penelope Pearl

Inserito il

Torna Rock City, un mondo immaginario in cui si aggirano improbabili creature seventies pronte a tutto per vivere il sogno della città della musica. Il mio inseparabile compagno di avventure virtuali, Charles Huxley, ha coniato un logo apposta per questo progetto. Grazie Charles!

Entrate nel mondo di Rock City, una città fuori dallo spazio (anche se molto yenkee) e fuori dal tempo (ma è di sicuro l’era del vinile), in cui la magia, il diavolo e la musica si fondono per servirvi un delizioso spezzatino di emozioni. Buona lettura!

SECONDO EPISODIO: Il Fantasma di Penelope Pearl

I ragazzi sedevano sulle panchine del parco, quello dietro l’Agorà, il più grande dei centri musicali della Dream Records, sessantamila metri quadri di negozi di strumenti, sale di registrazione, bar, ristoranti, negozi di dischi, e poi parrucchieri, tatutatori, tabaccai e rivenditori di gadget di ogni tipo. Il tutto sorgeva intorno a due grandi palcoscenici sui quali ogni sera dava spettacolo la crema del pop di Rock City. Erano passate da poco le tre di notte e i bandoni erano ormai chiusi. Avrebbero riaperto appena sei ore dopo, perché il flusso era inarrestabile e la voglia di fare parte del grande gioco della musica non risparmiava nessuno. A quell’ora gli irriducibili rimanevano sulle panchine del parco, aggrappati all’ultima bottiglia di birra, per lasciarsi accarezzare ancora un po’ dalla notte e smaltire nella testa i fumi delle pasticche.
– Dai Alvin, raccontaci ancora della Pearl…
– Mio Dio, che schianto che era, me la sarei fatta…
– Ehi ragazzi, piano con le parole. La ragazza non era di certo una santa, ma la sua voce metteva i brividi e solo per questo non le si può mancare di rispetto, specialmente adesso che non c’è più…
– Già, è stata una perdita per tutti, soprattutto per la Dream Records…
– Che si fottino quelli della Dream Records…
– Dai Alvin, dicci come è andata…
– Cazzo, lo sai come è andata, te l’avrà raccontata almeno cento volte…
– Si, ma è sempre uno spettacolo. Dai incomincia, che la benzina è quasi finita… continua…

ROCK CITY – Primo Episodio

Inserito il

Unire la passione per la fantasy con la mitologia rock era una sfida che mi ero preposto già da diverso tempo. Riascoltandomi e rivedendomi le scene di quella chicca di Brian De Palma, Phantom of Paradise, mi è sorta l’ispirazione per una mini-saga da presentare ad episodi sul sito The Colony of Slippermen. Rock City è una città immaginaria collocata ai tempi del vinile. All’interno di questo ipotetico scenario si muovono i personaggi classici del mondo del rock, tutti rigorosamente reinventati ed enfatizzati per l’occasione. Musica, magia, droga, sesso, money e naturalmente lui, il diavolo. Una zuppa glamour da rimescolare per gioco ed assaggiare nelle serate balorde, quando la cassa della birra è a metà…

Buona lettura!

PRIMO EPISODIO

La spiaggia era l’ultima attrazione underground, una striscia di terra non completamente soggetta alle regole della città, forse a causa della marea che la rendeva accessibile solamente dopo le dieci di sera. Fino al calar del sole infatti i bagnanti si accanivano per un metro quadrato di sabbia, che dall’argine che divideva il lungomare fino al bagnasciuga non c’erano più di dieci metri, per un tratto di appena un chilometro. Il resto della costa apparteneva agli scogli o al porto di Rock City, lo scalo per carghi più importante del litorale. Ma le attività portuali non erano certo la risorsa economica principale della città. Rock City era il centro nevralgico dell’industria musicale, “the place to be”, una metropoli sconfinata che dalle montagne rocciose si estendeva fino all’oceano; case, palazzi, giardini e una rete intricata di strade sulle quali ogni giorno milioni di autovetture disegnavano quel moto perpetuo che incorniciava la macchina da soldi più redditizia di tutto il paese. Rock City rappresentava il traguardo dei giovani rockers che rincorrevano le chimere di denaro e popolarità. In realtà, dietro il sipario dorato dell’industria musicale, si nascondevano orde di affamati avvoltoi e zannuti caimani. Una volta che l’aspirante star veniva irretita dalle suadenti parole dei discografici, non c’era possibilità di salvezza. I contratti stipulati dalle due grandi major del paese imprigionavano la creatività del musicista trasformandolo in un animale da allevamento, una gallina costretta a cagare uova dal culo fino al giorno della sua morte. Alla maggior parte degli artisti poteva anche andar bene trascorrere la loro dorata esistenza dentro le ville bunker, assediati dai fan guardati a vista dalle guardie del corpo, intontiti per buona parte della giornata dalle droghe più in voga dell’ambiente. Gli sciamani facevano ottimi affari. Molti di loro lavoravano per le major e avevano il compito di tenere i “ragazzi” tranquilli. Leggi il resto di questa voce

ULTIMI TRE INTERVENTI

Inserito il

A MIO FIGLIO, NATO MENTRE CADEVA IL MURO

Nascono fiumi di bene
gonfi d’impeto
e d’acqua che avanza fiera
in un letto di futuro
percosso dal presente… continua…

INCUBI di Michele Penco

Non posso definirmi propriamente un lettore di fumetti ma in passato sono stato un regolare frequentatore di Lucca Comics e ho da sempre girato attorno a dei veri e propri appassionati del campo. Ho una piccola collezione, composta prevalentemente da vecchi Eternatuta e Comic Art, e una predilizione per quegli autori più tecnici… continua…

LE 20 SUITE DI ROCK PROGRESSIVO ASSOLUTAMENTE DA ASCOLTARE

Come tutti i progger ho sempre avuto una predilezione per quelle composizioni dilatate che nel genere vengono chiamate “Suite”. Alcune di queste canzoni sono dei veri e propri viaggi che vorresti non terminassero mai… continua…

I MIGLIORI ALBUM DEL 2009 – The Colony of Slippermen Awards

Inserito il

Dall’esperimento “Colony of Slippermen Awards” ho potuto constatare che gli esperti di musica di mia conoscenza hanno tutti qualcosa in comune, ovvero una contagiosa passione per il revival. Quasi nessuno è stato capace di pescare dal calderone delle nuove uscite l’album dell’anno, e tutti mi hanno confessato di essere presi da roba vecchia, per lo più anni settanta… continua a leggere…

LA CANZONE DEL CERVO

Inserito il

Un nuovo personale omaggio al grande Branduardi.

LA CANZONE DEL CERVO
di GM Willo

La notte è un grande mistero, almeno per i bambini.
La notte fa paura, perché sei costretto a chiudere gli occhi e a tuffarti nelle tenebre liquide, dentro un oblio che non riesci a capire. Sotto le coperte guardi il soffitto, nella penombra della tua camera da letto, rischiarata appena dalla lampadina a 40 volt dell’ingresso, quella che la mamma ti lascia sempre accesa. Eppure al mattino è spenta, il che significa che il tuffo nel buio accade inevitabilmente ogni notte, complici i tuoi genitori… continua…

TOMMY

Inserito il

“Tommy, riesci a sentirmi?”
Non avevo mai visto la luce fino a quel momento. La luce fa male. È come un taglio sulla fronte, come se qualcuno dilatasse i lembi di una ferita strappandoti la pelle di dosso. Ma subito il dolore si acquieta, e ti ritrovi a galleggiare in un bagno incolore, perché anche se c’è chi dice che la luce è bianca, per me i colori non significano niente. Non so cosa siano. Non l’ho mai saputo.
“Tommy, riesci a sentirmi?”
Non avevo mai udito un suono fino a quel giorno. La stanza era quieta, i dottori bisbigliavano appena. Riuscivo a sentire soltanto il rumore degli strumenti metallici e il bip del monitor. Eppure era come se un trapano mi perforasse il timpano. La cadenza ossessionante di quel suono torna ancora a disturbarmi nei miei incubi al di fuori della Macchina… continua a leggere

MARS VOLTA: Tilburg, 7 Dicembre 2009

Inserito il
Mars Volta, Tilburg December 7, 2009

Si spengono le luci, gli sciamani si apprestano ad intonare le parole di un antico arcano, l’incantesimo di due stregoni messicani al servizio del dio del rock… o almeno è questo ciò che tutti ci si aspettano, ricordando le acrobazie di un anno fa… continua a leggere…

THE COLONY WINTER COMPILATION 2010

Inserito il

Ogni anno me ne vengo fuori con una compilation estiva per i miei conoscenti, una sorta di tradizione che continua dai tempi del liceo. Le compilation sono piccole creature d’amore, veri e propri omaggi a quegli artisti la cui musica diventa, giorno dopo giorno, ascolto dopo ascolto, la colonna sonora delle nostre vite… continua…

IL VIOLINISTA METROPOLITANO

Inserito il

É un fredda mattinata di gennaio al DC Metro Station di Washington. Un costante fluire di carne umana percorre i lunghi corridoi della metropolitana, illuminata asetticamente dai neon. È il plasma vitale di un assurdo sistema che ci vuole produttivi e consenzienti. Il brontolio sommesso di migliaia di zampette calzate di pelle o di gomma, è interrotto improvvisamente dal suono dolce e pungente di un violino… continua…

PARTITA COL DIAVOLO

Il diavolo mi venne incontro quella sera e mi offrì un po’ di fica. Potevo forse dirgli di no?
Non siate moralisti adesso… continua…

DISPERATAMENTE BLOGGING….

Inserito il

Ultimi interventi della rete Willoworld, sempre piú attiva e folle…

FACEBOOK… CHE PATIRE! uno sfogo contro il famoso social network.

PEPERONCINI VERDI e L’ISOLA, due interventi di Raccontami sulle note di…

PREVIOUSLY ON LIMBO, video-riassunto del primo capitolo del libro-blog Limbo.

L’ASCIA COLEMAN, un 101 parole di Jonathan Macini

E poi consultate Novocaina, un blog di lato, non ufficialmente parte di willoworld.net ma comunque molto unito.

C’é anche Sandokan, dove riporto vecchi articoli con tanto di pubblicitá per vedere se c’é un riscontro. Visionatelo e date uno sguardo agli sponsor.

LA SOLITA STAIRWAY…

Inserito il

Qualcuno potrebbe chiamarmi mitomane, ma a me sono sempre piaciute le leggende. Anzi, credo fermamente che la vita di ogni uomo può diventare una leggenda. Basta volerlo. Basta crederci… continua…

Sébastien GRAMOND; POSITIVISMO CREATIVO

Inserito il

SB Reincarnations

Sébastien GRAMOND, polistrumentista francese amante del rock psichedelico e progressivo anni ’70, è un vero e proprio esempio di positivismo creativo mondo dalle regole di mercato vigenti nel mondo della musica e dell’editoria. Il mio apprezzamento per ciò che fa, ma soprattutto per come lo fa, è immenso… continua…

ULTIMI ARTICOLI

Inserito il

Per chi ha trovato l’ultimo lavoro dei Mars Volta Octahedron un po’ lento (io non riesco a smettere di ascoltarlo!) vorrei consigliare l’ultima produzione di mister Omar Rodriguez-Lopez, il folle chitarrista che ogni tanto se ne esce con un progetto nuovo… continua…

I “Motivational poster” (manifesti motivanti)  sono ormai un fenomeno della rete, almeno per quanto riguarda la lingua inglese. In italiano non ne ho ancora visti a giro. Vorrei perciò lanciare una rubrica per iniziare un database di questi manifesti solo in lingua italiana… continua…

Due progetti grafici di Charles Huxley dai sapori truci e i colori cattivi. I temi sono quelli ricorrenti della guerra, dell’erotismo e della deviazione mentale di derivazione chimica… continua…

WILLOWORLD COMPILATION 2009

Inserito il

Copertina di Charles Huxley

Ogni estate raccolgo i pezzi più significativi del mio anno musicale e ci faccio una compilation”da spiaggia”. Fino a oggi la facevo direttamente su cd ma quest’anno mi limiterò a pubblicare la lista dei pezzi sul blog insieme alla copertina e un link esterno per scaricare la compilation… continua…

JAMENDO: Ambasciator non porta pena…

Inserito il

Jamendo

In passato questo sito ha appoggiato entusiasticamente l’iniziativa di Jamendo, un portale che promuove musicisti indipendenti che abbracciano l’idea del copyleft e che consente la condivisione di musica on-line gratuitamente. Si tratta sicuramente di un servizio in espansione che ha i suoi costi e le sue necessità, e forse sono arrivati al punto in cui la pubblicità non basta più a coprire le spese. Però… continua…

QUATTRO DISCHI UNO PIÚ BELLO DELL’ALTRO

Inserito il

Sono usciti, non ancora ufficialmente certo, ma in rete si trovano tutti e quattro. Parlo dei più attesi album del panorama progressivo di quest’anno, anche se altri ne arriveranno dopo l’estate. Ne ho già parlato in alcuni articoli precedenti. L’euforica attesa è finita, e come succede sempre più spesso, non occorre attendere la data annunciata per ascoltare le nuove avventure dei propri paladini del rock. Qualche anno fa c’era da scandalizzarsi, oggi invece è ordinaria amministrazione, e di sicuro la migliore pubblicità per una band… continua…

TRE ESPERIENZE PROGRESSIVE DI INIZIO 2009

Inserito il

osi-blood

Tre album importanti usciti recentemente sul panorama progressivo. Uno di questi lo avevo già anticipato in un precedente articolo. I Gazpacho, band norvegese che richiama Porcupine Tree e Radiohead, mettano a segno forse il loro capolavoro. Tick Tock ci regala grandi melodie ed un’ottima produzione… continua…

OCTAHEDRON: Il Nuovo Album dei Mars Volta!

Inserito il

mars-volta

Il quinto album dei Mars Volta s’intitolerà OCTAHEDRON e uscirà in Europa con il singolo Cotopaxi il 22 Giugno prossimo (il 23 in Nord America e lì il singolo sarà Since We’ve Been Wrongcontinua…

IL NUOVO ALBUM DEI RIVERSIDE

Inserito il

I Riverside stanno lavorando al nuovo album, che dovrebbe essere ancora più grintoso e complesso dei precedenti. La band polacca, uno dei nomi più importanti del panorama progressive, sta già registrando e potete tenervi aggiornati sull’evoluzione dell’album consultando il blog ufficiale di Anno Domini Hight Definitioncontinua…