Feed RSS

Archivi categoria: COLONY OF SLIPPERMEN

ULTIMI TRE INTERVENTI

Inserito il

A MIO FIGLIO, NATO MENTRE CADEVA IL MURO

Nascono fiumi di bene
gonfi d’impeto
e d’acqua che avanza fiera
in un letto di futuro
percosso dal presente… continua…

INCUBI di Michele Penco

Non posso definirmi propriamente un lettore di fumetti ma in passato sono stato un regolare frequentatore di Lucca Comics e ho da sempre girato attorno a dei veri e propri appassionati del campo. Ho una piccola collezione, composta prevalentemente da vecchi Eternatuta e Comic Art, e una predilizione per quegli autori più tecnici… continua…

LE 20 SUITE DI ROCK PROGRESSIVO ASSOLUTAMENTE DA ASCOLTARE

Come tutti i progger ho sempre avuto una predilezione per quelle composizioni dilatate che nel genere vengono chiamate “Suite”. Alcune di queste canzoni sono dei veri e propri viaggi che vorresti non terminassero mai… continua…

I MIGLIORI ALBUM DEL 2009 – The Colony of Slippermen Awards

Inserito il

Dall’esperimento “Colony of Slippermen Awards” ho potuto constatare che gli esperti di musica di mia conoscenza hanno tutti qualcosa in comune, ovvero una contagiosa passione per il revival. Quasi nessuno è stato capace di pescare dal calderone delle nuove uscite l’album dell’anno, e tutti mi hanno confessato di essere presi da roba vecchia, per lo più anni settanta… continua a leggere…

LA CANZONE DEL CERVO

Inserito il

Un nuovo personale omaggio al grande Branduardi.

LA CANZONE DEL CERVO
di GM Willo

La notte è un grande mistero, almeno per i bambini.
La notte fa paura, perché sei costretto a chiudere gli occhi e a tuffarti nelle tenebre liquide, dentro un oblio che non riesci a capire. Sotto le coperte guardi il soffitto, nella penombra della tua camera da letto, rischiarata appena dalla lampadina a 40 volt dell’ingresso, quella che la mamma ti lascia sempre accesa. Eppure al mattino è spenta, il che significa che il tuffo nel buio accade inevitabilmente ogni notte, complici i tuoi genitori… continua…

TOMMY

Inserito il

“Tommy, riesci a sentirmi?”
Non avevo mai visto la luce fino a quel momento. La luce fa male. È come un taglio sulla fronte, come se qualcuno dilatasse i lembi di una ferita strappandoti la pelle di dosso. Ma subito il dolore si acquieta, e ti ritrovi a galleggiare in un bagno incolore, perché anche se c’è chi dice che la luce è bianca, per me i colori non significano niente. Non so cosa siano. Non l’ho mai saputo.
“Tommy, riesci a sentirmi?”
Non avevo mai udito un suono fino a quel giorno. La stanza era quieta, i dottori bisbigliavano appena. Riuscivo a sentire soltanto il rumore degli strumenti metallici e il bip del monitor. Eppure era come se un trapano mi perforasse il timpano. La cadenza ossessionante di quel suono torna ancora a disturbarmi nei miei incubi al di fuori della Macchina… continua a leggere

THE COLONY WINTER COMPILATION 2010

Inserito il

Ogni anno me ne vengo fuori con una compilation estiva per i miei conoscenti, una sorta di tradizione che continua dai tempi del liceo. Le compilation sono piccole creature d’amore, veri e propri omaggi a quegli artisti la cui musica diventa, giorno dopo giorno, ascolto dopo ascolto, la colonna sonora delle nostre vite… continua…

NOVITÁ DAL MONDOWILLO

Inserito il

Segnalo gli ultimi interventi della rete Willoworld.net.

LE MIGLIORI DIECI SERIE TV DEGLI ULTIMI ANNI un articolo per I Silenti.

La recensione di Filmworks XXIII di John Zorn su Colony of Slippermen e l’annuncio del nuovo album degli Shadow Gallery.

IL SENSO AUTOCRITICO di Bruno Magnolfi, per la community Rivoluzione Creativa.

IL RACCONTO PIÚ BREVE per 101 Parole.

Buona lettura e consultazione!!!

PARTITA COL DIAVOLO

Il diavolo mi venne incontro quella sera e mi offrì un po’ di fica. Potevo forse dirgli di no?
Non siate moralisti adesso… continua…

QUANTO É STRONZO QUESTO ROCK’N’ROLL

Inserito il

Cazzo.
Cazzo!
Potrei continuare a ripetere cazzo fino alla fine di questa stramaledettissima canzone e risulterei il più cool dei soliti idioti. Ma forse va bene così. Così come quello stronzo di Plant che urla all’inizio, e chi se lo ricorda… Working from seven, eccolo quel bastardo biondo che urla come non mai…. continua…

DISPERATAMENTE BLOGGING….

Inserito il

Ultimi interventi della rete Willoworld, sempre piú attiva e folle…

FACEBOOK… CHE PATIRE! uno sfogo contro il famoso social network.

PEPERONCINI VERDI e L’ISOLA, due interventi di Raccontami sulle note di…

PREVIOUSLY ON LIMBO, video-riassunto del primo capitolo del libro-blog Limbo.

L’ASCIA COLEMAN, un 101 parole di Jonathan Macini

E poi consultate Novocaina, un blog di lato, non ufficialmente parte di willoworld.net ma comunque molto unito.

C’é anche Sandokan, dove riporto vecchi articoli con tanto di pubblicitá per vedere se c’é un riscontro. Visionatelo e date uno sguardo agli sponsor.

Sébastien GRAMOND; POSITIVISMO CREATIVO

Inserito il

SB Reincarnations

Sébastien GRAMOND, polistrumentista francese amante del rock psichedelico e progressivo anni ’70, è un vero e proprio esempio di positivismo creativo mondo dalle regole di mercato vigenti nel mondo della musica e dell’editoria. Il mio apprezzamento per ciò che fa, ma soprattutto per come lo fa, è immenso… continua…

ULTIMI ARTICOLI

Inserito il

Per chi ha trovato l’ultimo lavoro dei Mars Volta Octahedron un po’ lento (io non riesco a smettere di ascoltarlo!) vorrei consigliare l’ultima produzione di mister Omar Rodriguez-Lopez, il folle chitarrista che ogni tanto se ne esce con un progetto nuovo… continua…

I “Motivational poster” (manifesti motivanti)  sono ormai un fenomeno della rete, almeno per quanto riguarda la lingua inglese. In italiano non ne ho ancora visti a giro. Vorrei perciò lanciare una rubrica per iniziare un database di questi manifesti solo in lingua italiana… continua…

Due progetti grafici di Charles Huxley dai sapori truci e i colori cattivi. I temi sono quelli ricorrenti della guerra, dell’erotismo e della deviazione mentale di derivazione chimica… continua…

WILLOWORLD COMPILATION 2009

Inserito il

Copertina di Charles Huxley

Ogni estate raccolgo i pezzi più significativi del mio anno musicale e ci faccio una compilation”da spiaggia”. Fino a oggi la facevo direttamente su cd ma quest’anno mi limiterò a pubblicare la lista dei pezzi sul blog insieme alla copertina e un link esterno per scaricare la compilation… continua…

QUATTRO DISCHI UNO PIÚ BELLO DELL’ALTRO

Inserito il

Sono usciti, non ancora ufficialmente certo, ma in rete si trovano tutti e quattro. Parlo dei più attesi album del panorama progressivo di quest’anno, anche se altri ne arriveranno dopo l’estate. Ne ho già parlato in alcuni articoli precedenti. L’euforica attesa è finita, e come succede sempre più spesso, non occorre attendere la data annunciata per ascoltare le nuove avventure dei propri paladini del rock. Qualche anno fa c’era da scandalizzarsi, oggi invece è ordinaria amministrazione, e di sicuro la migliore pubblicità per una band… continua…

TRE ESPERIENZE PROGRESSIVE DI INIZIO 2009

Inserito il

osi-blood

Tre album importanti usciti recentemente sul panorama progressivo. Uno di questi lo avevo già anticipato in un precedente articolo. I Gazpacho, band norvegese che richiama Porcupine Tree e Radiohead, mettano a segno forse il loro capolavoro. Tick Tock ci regala grandi melodie ed un’ottima produzione… continua…

OCTAHEDRON: Il Nuovo Album dei Mars Volta!

Inserito il

mars-volta

Il quinto album dei Mars Volta s’intitolerà OCTAHEDRON e uscirà in Europa con il singolo Cotopaxi il 22 Giugno prossimo (il 23 in Nord America e lì il singolo sarà Since We’ve Been Wrongcontinua…

IL NUOVO ALBUM DEI RIVERSIDE

Inserito il

I Riverside stanno lavorando al nuovo album, che dovrebbe essere ancora più grintoso e complesso dei precedenti. La band polacca, uno dei nomi più importanti del panorama progressive, sta già registrando e potete tenervi aggiornati sull’evoluzione dell’album consultando il blog ufficiale di Anno Domini Hight Definitioncontinua…

AZZARDI D’AMORE

Inserito il

“Aspettate! Aspettate! Non fatelo, vi prego! È tutto quello che ho, credetemi… lo giuro. Prendete, ecco… anche questo. Non mi credete? Perché? Perché?”
Nel cielo il rosso esplode, raccontandomi di un giorno alla fine, la resa dei conti, il tempo di finire. Chi sono, mi chiedo. Trentacinque anni e tanti bicchieri mi hanno condotto a queste pagine, a fare i conti con gli azzardi d’amore. Si, mi piace chiamarli così: Azzardi d’Amore. Che vorrà mai dire…
Che questo maledetto cuore batte, sempre più forte, sempre più indomito, nonostante le distanze, i luoghi, i tempi e le occasioni…

CONTINUA A LEGGERE