Feed RSS

900270306412

Inserito il

barca

Siamo in balia di un grande equivoco, intrappolati da catene etiche spuntate d’improvviso sotto i nostri piedi. Le abbiamo accettate e pensate giuste: il rispetto per gli altri, la tolleranza, i diritti umani, il bene, il male, la grande comunità globale. Abbassiamo il capo davanti a una legge della società e non riconosciamo più le leggi dell’uomo. Il condividere, ad esempio.
La percezione che si ha del primo mondo è quella di un mare piatto, una superficie oleosa su cui sciaguattano barche senza meta.
Ieri ho visto un marinaio che soffiava sulla sua vela. Qualcuno lo ha creduto pazzo, e gli ha tirato addosso pesci morti. Io mi sono appollaiato sull’albero maestro e l’ho guardato soffiare. Ho fatto due versi e poi me ne sono andato verso oceani più movimentati, laggiù dove gabbiani e pellicani combattono continuamente per un pugno di sardine. Laggiù dove il caos genera nuove storie.

PICCOLE STORIE CON CARNE DI CUORE TRITATA

Annunci

Informazioni su Willoworld

Raccontastorie, Narraleggende, Inventore di mondi, scrittore, fotografo, padre, blogger e giocatore di ruolo http://www.willoworld.net/

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: